News‎ > ‎

BOLOGNA, FRIGO A SPRECO ZERO 2015: I VINCITORI - GIOVEDI' 26 NOVEMBRE LE PREMIAZIONI

pubblicato 24 nov 2015, 03:29 da redazione segre
Ecco i vincitori di Frigo a Spreco Zero.

Un grande evento per premiare le scuole bolognesi più sensibili allo spreco alimentare. Nell'occasione – alle 10:00 - Gabellini e Segrè lanceranno il nuovo progetto RIFIUTI ZERO. L'evento si inserisce fra le iniziative della SERR 2015 – Settimana Europea di Riduzione dei Rifiuti.

 

BOLOGNAButtare via il cibo non vuol dire solo gettare via alimenti ancora buoni, ma sprecare acqua, suolo, energia. Lo spreco alimentare domestico in Italia vale 8,4 miliardi €, ovvero 6,7 € settimanali a famiglia: una stima che rappresenta circa mezzo punto di PIL (dati Osservatorio Waste Watcher di Lmm/Swg, Rapporto 2015). Prima che il cibo giunga nei piatti, se ne perde in Italia una quantità che potrebbe sfamare per l’intero anno tre quarti della popolazione della penisola. Usare al meglio gli alimenti che ogni giorno acquistiamo e conserviamo - ma che troppo spesso gettiamo -  é la sfida che hanno assunto nel 2015 alcune scuole di Bologna iscritte al concorso “Frigo a Spreco Zero”, organizzato dallo ShowRoom Energia e Ambiente - il centro permanente di educazione su energia e rifiuti del Comune di Bologna che ogni anno forma al risparmio di risorse migliaia di studenti -  in collaborazione con Last Minute Market all'interno della campagna europea "Un anno contro lo spreco". La mattina di giovedì 26 novembre – dalle 9 alle 12.30, nella sede del Quartiere San Vitale (Sala Silentium) nel corso della SERR 2014,  Settimana Europea di Riduzione dei Rifiuti - il concorso avrà il suo momento finale: l'assessore comunale all’Ambiente Patrizia Gabellini e il professor Andrea Segrè, presidente di Last Minute Market, saranno tra i ragazzi per premiare le classi vincitrici per il miglior progetto di sensibilizzazione sullo spreco alimentare. E per lanciare un ambizioso nuovo concorso che vuole informare gli studenti su come ridurre alla base la produzione di scarti urbani: RIFIUTI ZERO.

Il concorso “Frigo a Spreco Zero” ha indotto i ragazzi di alcune scuole del territorio bolognese ad elaborare progetti, organizzati in tre sezioni (scuole primarie, scuole secondarie di primo e secondo grado). Durante la mattinata del 26 novembre si potranno conoscere le tante idee scaturite dai ragazzi su come evitare di buttar via il cibo.  Quest'anno gli studenti bolognesi hanno esplorato una grande quantità di stili e modalità di comunicazione. Si va dalla realizzazione di interviste reali fatte ai mercati cittadini o a direttori di supermercati fino a fantasiosi processi alle verdure, da storie raccontate con la tecnica dello scribing a animazioni fatte con il videgioco minecraft. Ma anche tante vignette, illustrazioni, video comici e surreali.

Ad accogliere le classi
sarà la cuoca Ambra Mambelli conosciuta come Lady Cocca: l'“arzdôra” romagnola spiegherà tutti i trucchi e le ricette delle cucine “di una volta”, quelle dove non si buttava mai via niente. Per le scuole secondarie, Last Minute Market e l'
Associazione italiana malattie apparato digerente (AIMAD) offiranno un approfondimento scientifico su cosa voglia dire “mangiare bene”, un atto che deve far bene sia a sé che al pianeta.

Durante l'incontro sarà offerta ai ragazzi una merenda con cibo salutare e sostenibile offerto da AlceNero e dal mercato ortofrutticolo CAAB, realtà sensibili al tema e che in questi anni hanno avviato progetti di educazione alimentare per gli studenti bolognesi. Quindi Patrizia Gabellini e Andrea Segrè proclameranno i vincitori, riconoscendo a tutti i gruppi di ragazzi lo status di “classe a spreco zero” e fornendo come premi libri scientifici (gentilmente concessi da Editoriale Scienza) e gite premio in luoghi emblematici del cibo: la scuola primaria vincitrice visiterà il centro del pane di Alce Nero, mentre secondaria visiterà il “dietro le quinte” di un ipermercato Conad.

Alcuni esempi di lavori degli studenti:
LO SPRECO E' UN INSULTO, interviste dell'Istituto Scarabelli Ghini

ECO: ZERO SPRECO, il blog multimediale del Liceo Fermi

Comments