Home page‎ > ‎Galleria‎ > ‎

6 novembre AMBIENTE, PADOVA: A BORGO S. LORENZO (FIRENZE) IL PREMIO VIVERE A SPRECO ZERO 20015, PREMIATA SUSANNA TAMARO COME TESTIMONIAL DELL'ANNO, MENZIONI PER UDINE, SPINEA, AZZANO DECIMO

pubblicato 06 nov 2015, 04:43 da redazione segre   [ aggiornato in data 09 nov 2015, 03:09 ]
Premio Vivere a Spreco Zero: il Comune di Borgo S. Lorenzo (Firenze), con il progetto della Piattaforma Digitale contro lo spreco alimentare vince l’edizione 2015 degli “Oscar” italiani della Sostenibilita’. La Piattaforma Web e’ progettata per connettere l’intera filiera con il consumatore finale, singolo o associazione caritatevole, recuperando in tempo reale le eccedenze. La proclamazione questa mattina a Padova, nell’ambito del convegno promosso dalla campagna “Un anno contro lo spreco” di Last Minute Market in sinergia con il Ministero dell’Ambiente, presente il Sottosegretario Barbara Degani. Menzioni speciali per i comuni di Spinea, Udine, Azzano Decimo.
Alla scrittrice Susanna Tamaro va la prima edizione del Premio “Vivere a Spreco Zero, Testimonial dell’anno”: il conferimento è stato occasione preziosa per una sua lezione sui temi dell’impegno contro lo spreco alimentare. Il premio sara’ devoluto dalla scrittrice in favore della Scuola Primaria di Sferracavallo – Orvieto per una borsa di studio dedicata all’Educazione alimentare.
Alle Premiazioni hanno preso parte il Sottosegretario al Ministero dell’Ambiente Barbara Degani, il fondatore di Last Minute Market Andrea Segre’, i giornalisti di tematiche ambientali Antonio Cianciullo e Marco Fratoddi, il sindaco di Sasso Marconi Stefano Mazzetti cofondatore della rete Sprecozero.net. Gran finale con “Primo Non Sprecare”, degustazione con ingredienti di recupero dalle eccedenze della grande distribuzione grazie al progetto Last Minute Market – Rete Solida di Padova (Acli/Despar): menu’ a cura dell’Italian Culinary Institute for Foreigners (ICIF), firmato dallo chef Alessandro Giagnetich.
PADOVA - E’ Borgo S. Lorenzo (Fi) il Comune più virtuoso d’Italia, sul fronte della prevenzione e del recupero dello spreco alimentare: lo ha decretato stamane – venerdì 6 novembre – la Giuria del Premio “Vivere a Spreco Zero”, che si è celebrato nell’ambito della campagna “Un anno contro lo spreco di Last Minute Market in sinergia con il Ministero dell’Ambiente, presente il sottosegretario Barbara Degani, in collaborazione con Engie e Whirlpool. La Giuria del Premio, presieduta dal fondatore di Last Minute Market Andrea Segrè, ha scelto Borgo S. Lorenzo «per l’innovativo ed efficace progetto della piattaforma digitale progettata dal Comune per connettere l’intera filiera con il consumatore finale, singolo o
associazione caritatevole, recuperando in tempo reale le eccedenze». Il Premio, consegnato da Mariolina Confalonieri per Engie Italia, è stato ritirato dall’assessore alle politiche sociali di Borgo S. Lorenzo Ilaria Bonanni. Sono stati inoltre menzionati per la qualità dei loro progetti i Comuni di Spinea (Venezia), Udine e Azzano Decimo (Pordenone), presenti l’assessore alle Politiche dell'Ambiente e Vice Sindaco di Spinea Stefania Busatta, l’assessore all’Educazione e stili di vita del Comune di Udine Raffaella Basana, il Sindaco di Azzano Decimo Marco Putto e l’assessore all’Istruzione Roberto Innocente. La Giuria tecnica, coordinata dal docente Luca Falasconi, era composta dai giornalisti ed esperti di tematiche ambientali Antonio Cianciullo (La Repubblica), Marco Fratoddi (direttore La Nuova Ecologia) e Massimo Cirri (Caterpillar Radio2 Rai). Nella short list 2015 delle municipalità virtuose 2015 anche i Comuni di Binasco (Mi), Azzano Decimo (Pn), Forli’, Udine, Piacenza, Spinea, Lentate Sul Seveso (Mb) e l’Unione dei piccoli Comuni della Bassa Romagna con Alfonsine, Bagnacavallo, Conselice, Lugo, Fusignano, S. Agata Sul Santerno, Bagnara Di Romagna, Massa Lombarda.
«Lo spreco alimentare si inserisce nel programma di Educazione Ambientale – ha sottolineato Barbara Degani sottosegretario al Ministero dell’Ambiente- che stiamo portando avanti con il Miur nelle scuole. Dobbiamo partire dai giovani, e noi lo facciamo fin dalla scuola dell’infanzia, per poterci garantire un futuro migliore. E’ insegnando loro comportamenti virtuosi, il rispetto per l’ambiente e a non sprecare il cibo che potremmo avere generazioni future consapevoli. A questa seguiranno altre iniziative che mireranno a cambiare le abitudini degli italiani fuori e dentro casa».
Sul pianeta 1/3 della produzione di cibo destinata al consumo umano si perde o si spreca lungo la filiera alimentare – ha ricordato Andrea Segrè, che presiede il Comitato per il Piano nazionale di prevenzione Spreco/Rifuti - mentre in Italia lo spreco di cibo dalla dispensa di casa al frigorifero, dai fornelli al bidone della spazzatura costa 8,4 miliardi di euro all’anno e rappresenta circa il 50% dello spreco generato nell’intera filiera agroalimentare (dati Waste Watcher 2015). Restituire valore al cibo, sensibilizzare istituzioni e cittadini con una capillare campagna di educazione alimentare è il primo obiettivo del Premio “Vivere a Spreco Zero”».
Alla scrittrice Susanna Tamaro è stato consegnato il Premio Vivere a spreco zero – Testimonial dell’anno 2015 promosso con Whirlpool: «un riconoscimento all’impegno di Susanna Tamaro per una svolta culturale rispettosa dell’ambiente e dell’uomo, fortemente legata alla prevenzione dello spreco di cibo e alla promozione dell’educazione alimentare» ha spiegato Andrea Segrè. Il conferimento è stato occasione preziosa per una lezione di Susanna Tamaro sui temi dell’impegno contro lo spreco alimentare, presenti molti studenti delle scuole secondarie di Padova. La scrittrice ha annunciato che il Premio sara’ da lei devoluto in favore della Scuola Primaria di Sferracavallo – Orvieto per una borsa di studio dedicata all’Educazione alimentare.
La cerimonia di Padova ha offerto l’occasione per esaminare case history di buone pratiche aziendali – Edenred, Conad, Acli, Despar - e si è conclusa con una nuova tappa del format “Primo non sprecare” promosso da Last Minute Market con Caterpillar Radio2 Rai. Il menù in degustazione è stato realizzato con alcuni prodotti di recupero dalle eccedenze della grande distribuzione nell’ambito del progetto di Last Minute Market “Rete solida”, realizzato a Padova con Acli e Despar. I piatti sono stati realizzati dallo chef Alessandro Giagnetich dell’Icif - Italian Culinary Institute for Foreigners Fondato nel 1991, l’Icif ha sede nel Castello di Costigliole d’Asti; affianca all’attività didattica per giovani cuochi italiani e stranieri la promozione dell’enogastronomia e dei prodotti Made in Italy, ispirandosi ai valori della sostenibilità e del dialogo tra le culture. Intorno alla campagna “Un anno contro lo spreco” 2015 sono riuniti alcuni dei principali brand nazionali nell’impegno contro lo spreco alimentare, aziende #azzeralospreco che sostengono le iniziative di sensibilizzazione: sono UniCredit, Comieco, Whirlpool, Granarolo, Alce Nero, Conapi, Edenred, Conad, IMA e Day.
INFO www.lastminutemarket.it e www.unannocontrolospreco.org
PRESS ufficiostampa@volpesain.com studio VS – Daniela Volpe cell 3922067895
casellati.ludovica@minambiente.it - Ludovica Casellati cell 335 7682244
Comments