Home page‎ > ‎Eventi‎ > ‎

21 maggio 2016 , Bologna C.N.R. "L'ITALIA SOSTENIBILE: IDEE E AZIONI PER IL FUTURO"

pubblicato 16 mag 2016, 07:26 da redazione segre
L’Italia è tra i paesi europei maggiormente colpiti dalla crisi, dove la recessione ha fatto esplodere tutti i fattori di debolezza: economica, sociale, istituzionale. Eppure, l'Italia ha la concreta possibilità di avviare una ripresa “ambientale e sostenibile” dell’economia e dei consumi, all’insegna dell’innovazione.

IL PERCHÈ DI QUESTO CONVEGNO: DALL'EMILIA ROMAGNA ALL'ITALIA

Il convegno punta ad individuare proposte concrete immediatamente applicabili per affrontare le sfide del futuro che dovranno trovare cittadinanza nella futura Strategia Nazionale di Sviluppo Sostenibile.
Per realizzare la svolta di cui ha bisogno il Paese è fondamentale un’alleanza tra il sistema pubblico-privato nel campo dell’ambiente e dell’economia. I settori emergenti sono: il Mare e le risorse marine; i Cambiamenti climatici e gli effetti connessi tra cui mitigazione ed adattamento; Energia e le fonti rinnovabili; il Bio-Agroalimentare; l’Economia Circolare con l’analisi dei flussi di materia e l’efficienza delle risorse; l’Educazione e formazione per la salvaguardia ambientale e lo sviluppo sostenibile e dare esempi delle Start-Up ed imprese emergenti.
Il convegno avrà come focus di buone pratiche la Regione Emilia Romagna con l’intento di portare esempi concreti di successo sul territorio, percorsi sostenibili al fine di rendere le sfide della COP 21 realizzabili e delineare le tappe necessarie per disegnare collegialmente le azioni e le strategie dello sviluppo economico ed ambientale dei prossimi decenni. Fondamentale è definire idee sostenibili per disegnare una roadmap, dopo la Conferenza di Parigi, per la prosecuzione delle politiche ambientali messe in opera dal nostro Governo e dalla Regione Emilia Romagna da ora e per i prossimi anni. Cruciali sono le azioni rivolte all‘applicazione delle best practices di tutta la società. Il coinvolgimento di cittadini, scuole, imprese, gestori di servizi, non deve essere marginale. Sono i primi attori in questa sfida.
Si evidenzieranno azioni, iniziative, innovazioni, attività imprenditoriali, start-up, educazione e divulgazione in grado di incidere sull’ambiente a misura delle sfide del cambiamento climatico e della sostenibilità.
L’evento terminerà con il documento condiviso l’“Agenda 2030 di Bologna” su clima e sostenibilità ambientale: le buone pratiche e l’innovazione, che conterrà gli intenti per affrontare le sfide future, individuando azioni pratiche e realizzabili che possano definire gli scenari e porre le basi per le politiche ambientali nazionali.

L’evento vedrà la partecipazione di aziende private ed associazioni NGO che operano in campo ambientale

per maggiori informazioni clicca qui


Ċ
redazione segre,
16 mag 2016, 07:26
Comments