Home page‎ > ‎Eventi‎ > ‎

10 ottobre ore 10.00 nell’Auditorium Expo dopo Expo: le eredità dell’Esposizione Universale

pubblicato 15 ott 2015, 07:54 da redazione segre   [ aggiornato in data 15 ott 2015, 07:59 ]
Sabato 10 ottobre a partire dalle ore 10.00 nell’Auditorium di Expo Milano 2015 si svolge l’incontro “Expo dopo Expo: le eredità di Milano 2015”, un momento importante per riordinare i materiali dei percorsi avviati prima e durante l’Esposizione Universale nel solco del Tema Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita. Segui la diretta in streaming.

Accanto alle sessioni di lavoro di 26 tavoli tematici ci saranno due sessioni plenarie. Durante la prima, nella mattinata, interverranno, tra gli altri, il Ministro delle politiche agricole Maurizio Martina, il Ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti, il Presidente di Expo 2015 Diana Bracco, il Presidente dell'Anac Raffaele Cantone, la Presidente Rai Monica Maggioni, il Presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, il Sindaco di Milano Giuliano Pisapia, il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Luca Lotti e il meteorologo e climatologo Luca Mercalli.
Nel pomeriggio, invece, parteciperanno ai lavori in seduta plenaria, tra gli altri, il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, il Ministro dell'Istruzione Stefania Giannini, il Commissario unico di Expo Milano 2015 Giuseppe Sala, l'Amministratore delegato di Eni Claudio Descalzi, il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Sandro Gozi, il Presidente del Milan Center for Food Law and Policy Livia Pomodoro, il Direttore generale della Rai Antonio Campo Dall'Orto. È previsto un video messaggio dell'ex Segretario Generale delle Nazioni Unite Kofi Annan.

Le legacy di Expo Milano 2015: impegni concreti per il diritto al cibo

Lo scopo dell’iniziativa è quello di garantire la legacy di Expo Milano 2015, con un focus sulla Carta di Milano, il documento collettivo sul diritto al cibo che è il punto di forza e lo strumento principale di un percorso di lavoro plurale, inclusivo e partecipato. La Carta verrà consegnata al Segretario Generale dell’ONU Ban Ki-Moon il 16 ottobre, durante la Giornata Mondiale dell’alimentazione: il pensiero e la redazione di questo documento si inseriscono nel solco dell’aggiornamento degli Obiettivi del Millennio delle Nazioni Unite, che proprio quest’anno saranno sostituiti dai nuovi Obiettivi di Sviluppo Sostenibile. L’evento del 10 ottobre segue il percorso tracciato a partire dal 7 febbraio all’Hangar Bicocca con “Le idee di Expo verso la Carta di Milano” e vuole chiamare a raccolta i principali soggetti coinvolti a Expo Milano 2015 e in particolare i Paesi partecipanti. Dopo il 7 febbraio si sono svolti altri incontri dedicati alla Carta di Milano: a Firenze il 28 marzo c’è stata la seconda tappa di “Expo delle Idee”, a Pompei il 17 aprile una terza tappa è stata dedicata alla promozione del patrimonio culturale italiano, mentre il 28 aprile la Carta è stata ufficialmente presentata all’Università Statale di Milano.

I tavoli tematici: pensare alle eredità culturali di temi e percorsi di Expo Milano 2015

L’iniziativa vuole mettere a fuoco e condividere tutto ciò che si è sviluppato nel corso di questi mesi su temi e contenuti della Carta di Milano, il documento partecipato e condiviso che richiama ogni cittadino, associazione, impresa o istituzione ad assumersi le proprie responsabilità per garantire alle generazioni future di poter godere del diritto al cibo. Il 10 ottobre rappresenta perciò un momento di riflessione sul post Expo dei percorsi e delle attività avviate prima dell’Esposizione Universale e durante. L’incontro riprende nelle modalità esecutive una sessione dedicata ai tavoli tematici di lavoro già utilizzati il 7 febbraio, che si svolge dalle 10.30 alle 12.30. La giornata è l’occasione per approfondire le sfide globali connesse al Tema di Expo Milano 2015 con uno sguardo al futuro immediato: dalla lotta allo spreco alimentare, all’obiettivo Fame Zero al 2030, dalla difesa di acqua e terra, all’educazione alimentare, dal sostegno all’agricoltura familiare al potenziamento della ricerca e dell’innovazione fino alla tutela della biodiversità e delle culture enogastronomiche. Dalle 12.30 alle 13.30 c’è la sessione plenaria, dalle 15.00 alle 16.30 avviene la presentazione dei progetti ufficiali e dalle 16.30 alle 17.00 ci sono le conclusioni dei lavori.

Tavoli di lavoro su quattro aree tematiche: diritto, cooperazione, sostenibilità e conoscenza

Tavolo 1 “Il cibo diritto per tutti”
Tavolo 2 “Obiettivo Zero Hunger”
Tavolo 3 “L’agricoltura familiare sfamerà il mondo”
Tavolo 4 “Fino all’ultima goccia d’acqua”
Tavolo 5 “Verso COP 21: la sfida dei cambiamenti climatici”
Tavolo 6 “Sai cosa mangi: la sicurezza del cibo”
Tavolo 7 “L’agroindustria fattore di sviluppo globale”
Tavolo 8 “Cibo e Identità: la sfida delle indicazioni geografiche”
Tavolo 9 “La lotta alla contraffazione alimentare”
Tavolo 10 “Legalità e lotta alla criminalità nell’agroalimentare”
Tavolo 11 “La biodiversità salverà il mondo”
Tavolo 12 “Mare magnum”
Tavolo 13 “La scienza per l’agricoltura di domani”
Tavolo 14 “Vietato sprecare”
Tavolo 15 “Educazione alimentare: un investimento per il futuro”
Tavolo 16 “Il cibo dello spirito”
Tavolo 17 “La sovranità alimentare”
Tavolo 18 “Regole nuove per mercati giusti”
Tavolo 19 “Expo e territori: un’eredità da valorizzare”
Tavolo 20 “La cooperazione internazionale da Addis Abeba a New York”
Tavolo 21 “ La responsabilità globale della società civile”
Tavolo 22 “Feeding knowledge: Expo 2015 e le best practices”
Tavolo 23 “L’altra metà della terra: WE-Women for Expo”
Tavolo 24 “Urban Food Policy Pact”
Tavolo 25 “Agricoltura, sostenibilità e innovazione: le nuove frontier”
Tavolo 26 “Guerra alla povertà”

Comments